Guest
Ospite
useravatar
User Info

Il codice da vinci

allora, basta con questo stronzo codice da vinci
hanno veramente rotto

è una cagata pazzesca e lo stanno montando come se fosse il libro (e il film) del secolo

manifesto tutto il mio disgusto per la sottocultura da codice da vinci

ho finito

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Cara Shelly, ho notato di recente diverse tue riflessioni acute su svariati argomenti, quindi mi voglio dilettare con te in questo dibattito.
Effettivamente la situazione Da Vinci è insopportabile: il festival Cannes tappezzato da riproduzioni alterate della Gioconda (ad una hanno aggiunto mantello e occhiali di Harry Potter); l'Opus Dei che si lancia in affermazione più assurde e mafiose del solito ("Non leggete quel libro!!!); in casa mia, dove il partito dei catto-comunisti fa il pienone, non si parla d'altro. Mia nonna ha addirittura suggerito a mia madre di non farlo leggere a noi figlie (23 e 28 anni!) perchè potrebbe minare le nostre poche certezze di fede (che evidente lei da per assodate).
Insomma, sì, è "solo un libro", ed è "solo un film", e allora perché ha avuto così successo?
Cerchiamo di analizzare la situazione con freddezza.
Partendo dal presupposto che non ho letto il libro, nè visto il film, ma praticamente ne ho talmente sentito parlare che è come se l'avessi fatto. Partiamo dai fatti
1. Dicono sia scritto in maniera tanto semplice e fluida da poter essere letto tranquillamente in tre giorni anche da persone non abituate a leggere.
2. Ha venduto 40 milioni di copie, se non sbaglio, e il film si prepara a fare record di incassi
3. Tratta di Gesù e della Gioconda, le due icone più famose della storia dell'uomo occidentale.

Direi che gli ingredienti ci sono tutti. Perchè ti indispettisce?
E' sottocultura, dici tu.  E allora, qual è il problema? Tutto è cultura di massa, ormai, anche la versione più acustica del cantante più sconosciuto.


j.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

"Shelly":1idy1194 ha scritto:

allora, basta con questo stronzo codice da vinci
hanno veramente rotto

è una cagata pazzesca e lo stanno montando come se fosse il libro (e il film) del secolo

manifesto tutto il mio disgusto per la sottocultura da codice da vinci

ho finito[/quote:1idy1194]

integralista cattolica? <!-- s8) --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_cool.gif" alt="8)" title="Cool" /><!-- s8) -->

cmq io nn l'ho ancora lettovisto eh..
tralaltro la prima a cannes pare non sia stato un successo.. anzi, qualche risatina.

io son curioso.. <!-- s:? --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_confused.gif" alt=":?" title="Confused" /><!-- s:? -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Io non mi sono stufata de "Il codice Da Vinci" ma di tutti coloro che colgono l'occasione di stressarci parlandone in tv in continuazione. Se avessero dato al libro l'interessere che dedicano a qualsiasi altra nuova uscita, non sarebbe successo tutto questo casino. Io ho letto il libro, e sinceramente l'ho letto con gli occhi e la testa di una che legge un ROMANZO. Di sicuro dopo non mi sono messa a studiare o a fare ricerche convinta del fatto che ciò che c'era scritto potesse essere vero. Se Dan Brown voleva rivelarci qualcosa del genere avrebbe scritto un saggio o avrebbe avvalorato la sua tesi con prove ricerce & co, dal momento che ha scritto un romanzo, e come tale si suppone possa inventare ciò che gli pare, non darei troppo peso a questa cosa, anche perchè così facendo si potrebbe ottenere un effetto indesiderato. Il libro mi è piaciuto molto, e il film lo vedrò sabato. Vi farò sapere!  <!-- swink --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_wink.gif" alt="wink" title="Wink" /><!-- swink -->

(Coma da abitudine guardo ogni film ispirato da un libro che ho letto.. per questo qui ho aspettato un anno, vediamo se mi soddisfa oppure no!)

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

non ho avuto modo di leggere il libro ma se avanzo uno stralcio di tempo vedrò di rimediare prima o poi; il film probabilmente andrò a vederlo già solo perchè il mentecattismo clericare vorrebbe che la gente facesse altrimenti.
Al di la di questo, direi che le riflessioni in merito all'argomento dovrebbero essere ben altre; indipendentemente dal messaggio in sè (e qui sono in disaccordo con velas, proprio perchè nel contesto del mondo occidentale atuale, nel caso in cui si volesse comunicare qualcosa a più gente, di certo il metodo più consono non sarebbe certo quello della saggistica ma bensi vie assai più commerciali...) sono rimasto semmai colpito dal fatto che i giornalisti televisivi parlino di un libro che vende milioni si copie come di "un'operetta divulgata con una vena linguistica scarsa" oppure di un film prodotto con il metro di un colossal come di un "filmuncolo". La cosa che mi pare lampante è che il fulcro del discorso non è il film/libro come soggetto, ma bensì il tentacolo del cattolicesimo che si infila nei media per pilotarne i giudizi sperando di poter far si che meno gente possibile si avvalga di imput che anche se romanzeschi sono comunque ipoteticamente pericolosi per la cupola dei religiosi.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

BELLISSIMO! Davvero un bel film, a mio parere. a questo punto non so cosa avesse in mente di fare la critica con tutti i commenti negativi a riguardo, io sono soddisfatta in pieno. Peccato che avessi letto il libro troppo tempo fa, alcune cose non le ricordavo.. ma alla fine è stato meglio così! A questo punto non mi resta altro che dire:
Libro stupendo, e ottimo film.

(E voglio sperare che nessuno diventi ateo solo dopo aver letto uno o visto l'altro.....)

"Vegard":3614zx06 ha scritto:

indipendentemente dal messaggio in sè (e qui sono in disaccordo con velas, proprio perchè nel contesto del mondo occidentale atuale, nel caso in cui si volesse comunicare qualcosa a più gente, di certo il metodo più consono non sarebbe certo quello della saggistica ma bensi vie assai più commerciali...) [/quote:3614zx06]

Hai ragione, in effetti è il modo più comodo, rapido ed efficace. (ci ho pensato dopo!)


Ah, vorrei fare una premessa: come molti sanno, il più delle volte il libro è  migliore del film, direi che in questo caso sono ottimi entrambi, comunque sia se siete interessati.. leggete il libro!! Vi appassiona sicumente di più, ed è più coinvolgente. (perchè si instaura un rapporto diverso, più profondo, fra i lettori e i personaggi, piuttosto che fra loro e gli spettatori) Davvero bello.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

non bisogna prendersela per il codice da vinci !basta boicottarlo!solo che ormai quel dan si è comprato 30 ville con quella specie di sotto-categoria-di-libro!così va il mondo....ma dai, tra 10 anni non se lo ricoda più nessuno per fortuna.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

integralista cattolica? [/quote:3ja1hukz]

no

è buffo che tu lo dica, dovresti dare un'occhiata ai miei altri post



E voglio sperare che nessuno diventi ateo solo dopo aver letto uno o visto l'altro.....)
[/quote:3ja1hukz]

non è questo il punto, non me ne importa un accidente di quello che fanno o non fanno i cattolici finchè non si mettono a rompere le balle sulla fecondazione assistita





il film probabilmente andrò a vederlo già solo perchè il mentecattismo clericare vorrebbe che la gente facesse altrimenti[/quote:3ja1hukz]

bingo
è proprio quello che vuole dan brown





Direi che gli ingredienti ci sono tutti. Perchè ti indispettisce?
[/quote:3ja1hukz]

non è il libro in sè che mi indispettisce
è tutto l'apparato di pubbliche relazioni che hanno studiato e il modo subdolo in cui il fenomeno funziona

cioè non mi importa di cosa ci sia scritto dentro, il discorso è che se scrivi un libro che ha la pretesa di essere una ricerca storica ti documenti un pochetto e scrivi qualcosa che abbia senso
per esempio i vari romanzi storici su maria antonietta o che so, personalmente non li leggerei mai perchè mi annoiano, però riconosco che ci sia del merito in quei libri, in quanto quando uno ha finito di leggerli sa veramente qualcosa di maria antonietta

se vuoi scrivere una cagata -intendo scrivere coscientemente una cagata-  pure lo puoi fare, lo fanno in tanti e non mi disturba affatto

il punto è che questo ha preso tutta una serie di mitologie distorte della cultura di massa e le ha incastrate presentandole come ricerca storica
il tutto per vendere

non è che non lo sopporto per il suo essere cultura di massa, mi interessa la cultura di massa e non la sottostimo in quanto tale, è per il fatto di lavorare sulla cultura di massa in maniera dannosa per fini esclusivamente commerciali

dannosa perchè ti spaccia per vero una cosa che è per larga parte finzione

e non trovo ragionevole nemmeno l'ipotesi che qualcuno che abbia letto il libro vada a informarsi meglio su tutta questa questione della tradizione teologica cattolica, che tra l'altro è vastissima e complessa, perchè sono sicura che non c'è un cane che abbia la benchè minima voglia di farlo
(potreste dire che perchè non lo fai tu, vi direi perchè a me non interessa)

però andranno tutti quanti in giro a dire che qui e là la chiesa ha fatto la chiesa ha detto, ma si ha una conoscenza comunque frammentaria e quasileggendaria dell'argomento, ragion per cui la gente che andava in chiesa continuerà ad andare in chiesa, ci potete scommettere

è lo stesso di quando hanno fatto La dama con l'ermellino o come cavolo si chiamava, pensate che ci sia in giro un mucchio di esperti di pittura fiamminga grazie a quel film? io no


tutto questo a livello di opinione mia a riguardo, non so se mi sono spiegata e sicuramente manca qualcosa che mi verrà in mente subito dopo che avrò inviato



a livello personale possono anche andarlo a vedere tutti quanti sulla Terra, basta che non stressino la sottoscritta con concitati resoconti su quanto il film sia meritevole di visione (e lo fanno) perchè io NON andrò a vederlo, non voglio quelle scemenze nel mio immaginario come non ci voglio l'area 51 o gli alligatori dei wc americani e quant'altro

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

tentacolo del cattolicesimo che si infila nei media per pilotarne i giudizi sperando di poter far si che meno gente possibile si avvalga di imput che anche se romanzeschi sono comunque ipoteticamente pericolosi per la cupola dei religiosi.
[/quote:338db7xy]

non tutti i media sono pilotati dal cattolicesimo, non certo il Manifesto che pure aveva critiche negative sul film e sul libro

e non sono pericolosi, non saranno mai pericolosi sempre per l'approccio superficiale che si presuppone nel lettore
la chiesa ha detto e fatto il solito, semplicemente perchè deve farlo, è una questione di immagine
quando vai in giro a raccontare una cosa per duemila anni ti devi preoccupare di difenderla ogni qualvolta ti capita che venga contraddetta, indipendentemente dai risultati reali di quella contraddizione, soltanto per non apparire accondiscendente, tutto qui

questo dan brown lo sapeva, naturalmente; senza di questo non avrebbe scritto il libro

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Quanta pubblicità per un normalissimo triller, meno male che non ho letto il libro, ho visto solo il film e mi è bastato…
Può darsi che il libro mi spinse ad immaginarlo alla Duchamp... Ma che genio è allora sto Dan Brown!

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

siete un branco di rincoglioniti, se non sapete manco chi cazzo è dan brown come fate a fare una critica(bigotta)sul libro/film in questione?
vi consiglierei di continuare a leggere topolino...

la vita dello stolto è peggiore della morte

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Guarda che non bisogna essere integralisti cattolici per rendersi conto che il libro è assolutamente un romanzo mediocre seppur piacevole per passare alcune ore basato sul classico schema della caccia al tesero con indizi sbori.
Niente di nuovo sotto il sole
Tutto il resto è una bufala montata ad arte per far pubblicità...

Chi è Dan Brown? Uno molto furbo a giudicare dal numero di copie che ha venduto.

Per inciso il libro l'ho letto e mi è pure piaciuto sebbene non lo inserisca nei capolavori della letteratura.
Il film l'ho trovato assolutamente soporifero riescono a castrare persino il talento di Tom Hanks...

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Detto questo andate a vederlo e leggetevi pure il libro se una persona perde la fede o la acquista (effettivamente dopo un po' l'aramaico fa venire le visioni <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue --> ) solo perchè ha visto un film c'è poco da discuterci.  <!-- s:twisted: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_twisted.gif" alt=":twisted:" title="Twisted Evil" /><!-- s:twisted: -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

io non sono ne integralista e ne cattolico. del codice da vinci non mi ha colpito la sua visione sul mondo ecclesiastico,un contorno al thriller se vogliamo, quanto una attendibile interpretazione dei simboli e dei messaggi crittografici di cui leonardo da vinci era appassionato. E allora, per giudicare una cosa distacchiamoci dal marasma e dalla confusione che una giuria di finti filosofi ci fa passare come mera realtà. Se mi interessa sapere quali erano i fini di brown andrò a chiederlo a lui o documentandomi sulla sua vita, sui suoi studi, non certo dai mass media, che non aspettano altro che di distogliere l' attenzione sul vero significato di una cosa per trarre scompiglio a proprio vantaggio. Per far soldi con una cosa si deve essere furbi ma per far capire alla gente una tua idea la furbizia può bastare?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

quel libro è da non leggere non perchè lo dice la chiesa (chi se ne frega, siete un po' fissati) ma perchè è una della più squallide operazioni commerciali dopo harry potter. Avete mai sentito parlare di INDUSTRIA DELL'EDITORIA?? Quella cosa lì, che ti propone libri facili e intriganti, che leggi con leggerezza mentre sei sul wc, libri che poi vendono milioni di copie non solo per la facilità della lettura, ma per tutto l'apparato commerciale persuasivo, che ti ossessiona (codicedavincicodicedavincicodicedavincicodicedavinci), con il conseguente merchandising (vedi anche il simpatico maghetto Harry, che ha reso l'autrice la donna più ricca della gran bretagna), film e sequel.
Oh, Dan Brown è sicuramente un eccellente scribacchino, va a una velocità impressionante, scrive milla pagine ogni sei mesi, la sua tastiera del computer sarà tutta consumata..ma da qui a definirlo un caposaldo della letteratura ce ne passa!!piuttosto leggo topolino!!
dio mio!!( spero che qualcuno per questa invocazione alla divinità non mi ritenga un'atea devota alla marcello pera, che rifiuta il caro Dan perchè apocrifo)
Avete presente cos'è la letteratura, quella vera?
E qui la chiesa non centra proprio per nulla.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

"valegirotondo":10qkallh ha scritto:

quel libro è da non leggere non perchè lo dice la chiesa (chi se ne frega, siete un po' fissati) ma perchè è una della più squallide operazioni commerciali dopo harry potter...

... da qui a definirlo un caposaldo della letteratura ce ne passa!!...

...Avete presente cos'è la letteratura, quella vera?
E qui la chiesa non centra proprio per nulla.[/quote:10qkallh]

<!-- slol --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_lol.gif" alt="lol" title="Laughing" /><!-- slol -->

Ma scusa, che ragionamenti sono questi????? A parte che, chi l'ha definito un caposaldo della letteratura??? E poi non merita di essere letto, perchè non è stato scritto da un premio nobel?? Uaz!!! E' un bel romanzo? A mio parere sì, se al tuo non lo è, allora definiscilo un orrendo aborto di libro scritto malissimo e che per quello non merita di essere letto, non perchè non è da considerarsi parte della letteratura! Tra l'altro lo definisci anche "abile scribacchino", quindi tu stessa lo reputi bravo... mah!!  <!-- sbig_smile --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_biggrin.gif" alt="big_smile" title="Very Happy" /><!-- sbig_smile -->

Poi tutto questo rancore è dovuto alla megalomane attenzione che gli è stat data, ne han parlato male e han creato tutto questo proprio coloro che volevano abissare il libro... creando l'effetto contrario!!! Se si fossero limitati al non comprarlo e a non leggerlo avrebbero fatto meglio...

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

1)l'ho definito abile scribacchino, non scrittore; è un po' diverso.
2)non l'ho nè letto nè comprato. Neppure visto ovviamente. Sono stata stressata non tanto dalle persone che ne parlavano male, quanto dalla pubblicità e da tutti quelli che si sono lanciati alla caccia al libro.
3)non dico che siano solo i premi nobel a fare vera letteratura, ma in giro c'è tanta tanta tanta tanta tanta spazzatura
4)Non credere che passi la mia giornata a pensare a Dan, francamente me ne infischio; mi sono un po' infervorata se vuoi perchè mi ha sorpreso trovare un topic sul codice da vinci e soprattutto mi ha sorpreso ciò che ho trovato dentro.

Detto questo chiudiamo il discorso su questo libro e se vuoi possiamo discutere su cosa sia letteratura (vorrei ricordare che è arte anche questa, ) e cosa no.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Beh, in questo topic ho trovato più giudizi negativi che positivi... almeno credo.
Quello che non mi sembrava un concetto corretto nel tuo topic era la frase "da non leggere perchè da non considerarsi letteratura...", tutto qui. Sai quanti libri non considerati caposaldi della letteratura sono belli? Poi in più questo ha fatto un sacco di soldi, tanto meglio per Dan! (che siete invidiosi?? <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue --> ) Comunque come fai a sapere come scrive?? Io direi che almeno almeno, per poter commentare un libro, o qualsiasi altra cosa, tipo film etc, bisogna prima averlo letto/visto!!! Per questo il tuo mi sembra un puro attacco dovuto al casino di pubblicità/trasmissioni contro il libro che i media hanno trasmesso.

Perdona il tono polemico, a volte sembra così, ma non lo è!!! (quando scrivo diretta sembra sempre così)  <!-- swink --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_wink.gif" alt="wink" title="Wink" /><!-- swink -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Tutti pronti a criticare... il 90% di noi non è in grado probabilmente di scrivere un tema di senso compiuto che superi le 2000 battute...questo accanimento mi lascia basita..ma vi rendete conto che questo libro grazie proprio ad un lessico semplice e diretto che ricorda sicuramente la stesura di una sceneggiatura cinematografica ha riavvicinato alla lettura un pubblico che mediamente compra al massimo i libri della Littizzetto? non sarà certo un capolavoro come il Nome della Rosa..ma di certo non è da sottovalutare..è un romanzo, punto, in libreria non lo si trova nella sezione "saggistica"..ciò che che affascina della vicenda è l'idea che ci possa essere un'altra verità...qualcosa di nascosto riguardante la storia più antica del mondo..non si tratta di prendere per verità assoluta ciò che viene narrato da Brown ma terminato il libro porsi delle domande e cercare una propria verità..il libro a parer mio è semplicemente un invito a riflettere..

ps: per quanto riguarda i libri su Maria Antonietta stendiamo un velo pietoso...

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

"caracòl":2q5axzl9 ha scritto:

Tutti pronti a criticare... il 90% di noi non è in grado probabilmente di scrivere un tema di senso compiuto che superi le 2000 battute...questo accanimento mi lascia basita..ma vi rendete conto che questo libro grazie proprio ad un lessico semplice e diretto che ricorda sicuramente la stesura di una sceneggiatura cinematografica ha riavvicinato alla lettura un pubblico che mediamente compra al massimo i libri della Littizzetto? non sarà certo un capolavoro come il Nome della Rosa..ma di certo non è da sottovalutare..è un romanzo, punto, [/quote:2q5axzl9]

Concordo pienamente con questa citazione!  <!-- swink --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_wink.gif" alt="wink" title="Wink" /><!-- swink -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

forse è vero, dovrei legger prima di criticare. Però ho una certa conoscenza (o presunzione..cmq..) letteraria che mi porta a evitare un libro di questo tipo. In quarta ginnasio ho letto degli autori simili come tipologia (romanzo avvincente, scrittura fluida, intrighi, misteri, cospirazioni etcetc) però ho smesso subito, perchè ho capito che in un modo o nell'altro ti rigirano sempre la stessa frittata, è la stessa formula che si ripete.

non so cosa leggiate voi abitualmente.
il libro che sta sul mio comodino attualmente è di Catullo, in cartella ho Montale,il prossimo libro che penso di leggere è i demoni di Dostoevskij.
Scusate se diffido di dan brown.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

Io sono abbastanza convinta che non si debba leggere per forza a tutti i costi catullo o montale o che so io. Anche il libro in questione l'ho trovato un piacevole passatempo.
Ma sono altrettanto convinta che sia necessario anche un minimo di senso critico (ce ne vorrebbe molto al giorno d'oggi in tutti i campi <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue --> ) per giudicare quello che si sta leggendo. Insomma sto codice da vinci mi è piaciuto ma se devo fare un'elenco dei miei libri preferiti o di quelli più significativi all'interno della storia della letteratura, in entrambi i casi,  non entra nei primi dieci ne venti ne cento.

Poi quello che sostanzialemente mi ha dato fastidio è che l'autore per pubblicizzare il libro abbia affermato, sapendo benissimo di mentire, che i contenuti di base del libro non erano frutto della sua fantasia ma erano la pura verità.

Poi non mi pare che l'autore sia un abile affabulatore, nel senso tra lui e un Baricco e compagnia bella ce ne passa... e il fatto che probabilemente io un romanzo non saprei scriverlo non vuol dire che mi devo cuccare quello che scrive lui a tutti i costi e devo esergli pure grata. (tanto più che pare che in fase di traduzione il libro sia stato pesantemente riameggiato soprattutto nelle parti degli indizi in latino per madornali strafalcioni che il buon Dan ci ha piazzato dentro <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue --> )

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

"caracòl":q624dvuh ha scritto:

Tutti pronti a criticare... il 90% di noi non è in grado probabilmente di scrivere un tema di senso compiuto che superi le 2000 battute...questo accanimento mi lascia basita..ma vi rendete conto che questo libro grazie proprio ad un lessico semplice e diretto che ricorda sicuramente la stesura di una sceneggiatura cinematografica ha riavvicinato alla lettura un pubblico che mediamente compra al massimo i libri della Littizzetto? ..[/quote:q624dvuh]

personalmente:
1) assurdo discuterne come se fosse un saggio. concordo con non-ricordo-più-chi: non ha la pretesa di esserlo, non riporta prove ma è un romanzo. l'unica valutazione sensata secondo me è come tale
2) e come romanzo  (l'ho letto) lo trovo scritto MALE. Il classico libro por intrappolare il lettore con suspense tattica alla fine di ogni capitolo e colpi di scena alla indiana jones.
3)perchè fa tanto scalpore? perchè il guaglioncello dan, sapendo di non saper scrivere ma essendo furbo, ha beccato un tema che fa discutere QUALUNQUE COSA VI SI DICA. potrei far scrivere un articolo inerente alla religone cattolica alla mia cuginetta di sette anni e sicuramente susciterebbe scalpore.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

ah, per inciso: i libri della littizzetto sono divertenti, non scomodano santi e gesù cristi per far parlare di sè e di sicuro hanno meno pretese.

e non ho bisogno di sapere scrivere duemila battute(ammesso che non lo sappia fare) per avere capacità di valutazione.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Il codice da vinci

e non ho bisogno di sapere scrivere duemila battute(ammesso che non lo sappia fare) per avere capacità di valutazione.[/quote:lbbfk7gn]

pienamente d'accordo

Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:   Totale Utenti: 8911  Totale Discussioni: 2769  Totale Sondaggi: 0  Totale Messaggi: 16203  In sospeso
Info Utenti:   Ultimo Utente Registrato :  DavidAlope   Utenti Online: 0   Ospiti Online: 70
Online  Non ci sono utenti online
Discussione
Nuovo
Locked
Discussione
Nuovo
Locked
Sticky
Active
New/Active
Sticky
Active
New/Active
New/Closed
New Sticky
Closed/Active
New/Locked
New Sticky
Locked/Active
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky Active Locked
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky/Active/Locked