Guest
Ospite
useravatar
User Info

Donne italiane “under attack”.

La quote respinte alla camera con voto segreto, umiliante gioco di sponda tra maschi di destra e di sinistra. Le Donne, queste “scassaminchia”, rimesse al posto loro.

1-I disegni di legge (Dato-Amato) per il riequilibrio della rappresentanza isabbiati per anni, perché gli onorevoli maschi hanno diritto a conservare il loro posto.

2-Una legge sulla fecondazione assistita che mette a repentaglio la salute delle Donne, e un referendum fatto saltare con bassi espedienti e poi rivendicato come “vinto”.

3-la sperimentazione della pillola Ru486 –aborto chimico- in Piemonte, bloccata dal ministro per la sanità Storace.

4-E ancora Udc, imprimatur di Storace- di un’inchiesta parlamentare sulla legge 194, quella che regola l’interruzione di gravidanza, quella che dal 1978 a oggi ha salvato la pelle a milioni di Donne e che al referendum abrogativo del 1981 è stata salvata dalla maggioranza degli italiani, cattolici compresi.
Solo un bel processo, la legge non si cambia.

quanto alla chiesa che propone una sempre piu rinnovata discriminazione fra i sessi posso citare (dopo le perle: "Aborto, delitto abominevole impunito" e il "No a ogni mezzo contraccettivo")La nota in merito alla legalizzazione delle coppie di fatto in cui si specifica:

"Un problema ancor più grave sarebbe rappresentato dalla legalizzazione delle unioni di persone dello stesso sesso, perchè, in questo caso, si negherebbe la differenza sessuale, che è insuperabile."

o ancora "La tendenza ad annullare le diversita' tra uomo e donna non aiuta a raggiungere l'uguaglianza, ma piuttosto contribuisce a destabilizzare societa' e famiglia".

ma in cima a tutte le dichiarazioni del vaticano in questione ricordo la piu scandalosa:

"Femminismo ha contribuito a crisi". Il femminismo ha esacerbato le relazioni tra i sessi e accentuato il carattere polemico della relazione tra maschi e femmine, denuncia il Vaticano, attribuendo ai movimenti femministi la colpa di aver rafforzato la visione "puramente individualistica dell'uomo e della donna", incitando al "superamento della famiglia". "Unendosi nella donazione reciproca piena le persone divengono sempre più vicine l'una all'altra, pur conservando la propria identità. L'unione carnale, di carattere individualista, diventa essa stessa occasione di disputa o di guerra, nella misura in cui uno dei partner non si considera soddisfatto sul piano del piacere, o su quello dell'utilità". In tal senso è possibile vedere "che una concezione puramente individualista dell'uomo e della donna, opponendosi alla famiglia, è incompatibile con un'autentica solidarietà intergenerazionale".

insomma: la chiesa sembra vivere un secondo periodo di caccia alle streghe demonizzando la figura femminile emancipata e il femminismo.

Questo bizzarro “modello italia”, meticcio tra uno stato laico e uno religioso di tipo mediorientale –i politici che non si professino strumentalmente credenti ormai si contano sulle dita di una mano- rifugge ogni sua responsabilità in merito alle violenze contro le donne additando la colpa all'iflusso migratorio e in particolare alla cultura islamica (il cui culto è praticato peraltro in totale assenza di normative da parte dello stato italiano, sfavorendo l'integrazione culturale e favorendo invece travisazioni e strumentalizzazioni da parte dei sedicenti, improvvisati e autoproclamati imam) ma cosa c'è realmente alla radice di questo problema?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

siamo già islamizzati e non ce ne siamo accorti <!-- sroll --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_rolleyes.gif" alt="roll" title="Rolling Eyes" /><!-- sroll -->

(irionia...per chi non la capisse)

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

oh povere noi, 2007 e ancora come se vivessimo nel medioevo!
sottovalutate e con la voce "sottile" chi vuoi che ci senta...uomini così grandi che ci mangiano in un sol boccone!

la nostra è un importanza vitale e c'è chi ancora non se ne accoge...la parificazione tra uomo e donna è ancora un po lontana....

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

piu che "islamizzati" direi TALEBANIZZATI poichè è una scorretta e arbitraria interpretazione del corano che determina fenomeni come questo di sottomissione della donna quando in realtà l'unica vera sottomissione che implica la religione islamica è quella dell'uomo a DIO.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

finchè le donne pensano a cazzate invece di prendersi quel che devono è inutile sperare in meglio

cazzate non vuol dire solo fare le veline, vuol dire anche adottare visioni falsamente femministe che portano a non avere un minimo di dignità (per esempio quella folta congrega di deficienti e minorate mentali di varia sorta che scrivono vaccate sui bagni di brera, per dirne una)
sarebbe gradevole che almeno tenessero i loro pensieri idioti per loro, non so, magari scriverseli in un diario giornaliero della cazzata

poi chi voleva capire ha capito

e so che molte che leggeranno non vorranno capire, lo so

con questo intendo anche dire che non replicherò ad eventuali risposte, ho di meglio da fare

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

cosa c'è scritto sui bagni di brera di nuovo?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Donne italiane “under attack”.

mah di nuovo niente, credo
ormai non le leggo neanche più

tra l'altro ho notato che le scritte nei bagni esprimono una certa rissosità che viene fuori solo lì, come una delle scrittrici-di-bagni ha giustamente annotato

è molto indicativo dell'atteggiamento delle donne in generale e soprattutto di brera.
tendono ad avercela con altre donne, nonchè ad avere modi di fare più o meno paraculi con i professori, specialmente quelli di laboratorio
nel senso che tentano di difenderli a spada tratta anche in casi evidenti di cazzata - salvo poi insultarli appena uscite dall'aula

sui motivi di questi atteggiamenti avrei parecchie cose da dire ma eviterò.
meglio chiudere qui visto che le frignette di brera già mi odiano e comunque sarebbe come parlare con una palina di fermata del pullman
o con una della segreteria, che è più o meno uguale

Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:   Totale Utenti: 8911  Totale Discussioni: 2769  Totale Sondaggi: 0  Totale Messaggi: 16203  In sospeso
Info Utenti:   Ultimo Utente Registrato :  DavidAlope   Utenti Online: 0   Ospiti Online: 32
Online  Non ci sono utenti online
Discussione
Nuovo
Locked
Discussione
Nuovo
Locked
Sticky
Active
New/Active
Sticky
Active
New/Active
New/Closed
New Sticky
Closed/Active
New/Locked
New Sticky
Locked/Active
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky Active Locked
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky/Active/Locked