Guest
Ospite
useravatar
User Info

dio patria e famiglia

Dio, Patria e Famiglia          
Scritto da La redazione   

dal mensile falcemartello

Quando il 9 aprile dello scorso anno i risultati elettorali mostrarono la rimonta inaspettata di Berlusconi, furono molti i rappresentanti politici e intellettuali “progressisti” che ricominciarono a cantare la vecchia litania: l’Italia è un paese di destra, non c’è modo di ribaltare l’egemonia culturale di Berlusconi, e via lacrimando.

Tuttavia, passate poche settimane e insediato il governo Prodi, tutte queste persone intelligenti si sono rapidamente scordate la loro paura. Cullati dalla dolce visione dei palazzi governativi, ipnotizzati dall’istituzionalismo e dal governismo, giornalisti e intellettuali, politici e filosofi “amici del governo amico” hanno di buon grado accettato l’idea che il problema di contenere la rimonta della destra si potesse risolvere arruolando nella maggioranza parlamentare qualche senatore a vita e affidandosi alle illuminate politiche di Prodi. Quando poi sono arrivati gli scivoloni e le imboscate parlamentari dei centristi annidati nella coalizione, è stato ancora più facile per tutta questa poco raccomandabile compagnia farsi megafono della spiegazione ufficiale proveniente dagli stati maggiori del centrosinistra: tutto va per il meglio nel migliore dei governi possibili, se qualcosa non funziona è colpa di un paio di senatori “dissidenti” e chi non lo capisce è “antipolitico”.


Chiudere gli occhi tuttavia non cancella la realtà.[color=red:3eopsy3v] Il governo Prodi sta spianando la strada a un’offensiva reazionaria come da anni non si vedeva, nella quale il Vaticano di Ratzinger funge da centro ideologico e da forza di sfondamento, ma che coalizza e unisce in un fronte comune tutte le forze più reazionarie presenti nella politica e nella società italiana. In nome di Dio, Patria e Famiglia si raduna un blocco imponente, che va appunto dal Vaticano all’estrema destra neofascista, passando per la Casa delle libertà, i settori cattolici oltranzisti del centrosinistra (i cosiddetti teodem di Binetti e Bobba), e dilaga su gran parte della stampa e della televisione. [/color:3eopsy3v]

L’aria si fa realmente irrespirabile. Se su un muro compare una scritta che invita il presidente della Cei a “vergognarsi”, il giorno dopo ci sono titoli di prima pagina che paventano ondate di terrorismo “anticlericale”. Ogni critica è tacciata di essere un invito alla violenza, ogni resistenza di essere contigua al terrorismo.

[color=red:3eopsy3v]È in questo clima che si prepara il cosiddetto Family Day, mobilitazione che si vuole (e con ogni probabilità sarà) di massa, con le parrocchie mobilitate come non si vedeva da decenni, con i politici cattolici schierati – compresi quelli del centrosinistra, da Pezzotta, portavoce della manifestazione, a Mastella, Binetti e Fioroni –, una vera e propria prova di forza con la quale si tenta di consolidare un blocco reazionario capace non solo di pesare nelle urne, ma anche di mobilitarsi nelle piazze, di schiacciare col suo peso ogni voce in dissenso. [/color:3eopsy3v]

[size=150:3eopsy3v][color=blue:3eopsy3v]
Se la massa che si intende mobilitare per il Family Day può essere considerata la fanteria della reazione, le forze dell’estrema destra neofascista ne sono i commandos, i tagliagole pronti a tutto. [/color:3eopsy3v][/size:3eopsy3v]

Pochi giorni dopo le elezioni politiche scrivevavamo in proposito:

“La presenza delle forze fasciste nella sua coalizione [di Berlusconi – ndr] serviva non solo a raccogliere una manciata di voti in più, ma anche a veicolare quella parte del messaggio che non si poteva esprimere apertamente: di fronte al degrado sociale che ha colpito tante aree del paese, è legittimo prendersela con gli immigrati, con gli omosessuali, con i tossicodipendenti, con tutti i ‘diversi’.”

E ancora:

“La destra perde il governo ma non è ancora battuta; Berlusconi ha le mani libere e nulla più da perdere. Dobbiamo pertanto aspettarci che scendano anche sul terreno della mobilitazione di piazza per mettere sotto pressione il governo. Alla prima misura impopolare (e non ne mancheranno!) chiameranno “il popolo” a manifestare contro la sinistra amica dei banchieri e dei grandi industriali, agitando la più classica demagogia reazionaria, aiutati in questo anche da quelle forze neofasciste che hanno legittimato come mai in passato, al di là del loro modesto risultato nell’urna.” (FalceMartello n. 192, 13 aprile 2006).

Oggi vediamo materializzarsi precisamente quella prospettiva. Con la copertura istituzionale dei partiti di destra, soprattuto la Lega e An, i gruppetti neofascisti hanno potuto occupare la scena come da molto tempo non avveniva. Non solo con le sfilate “ornate” da saluti romani, ma anche, e in modo più preoccupante, con un intervento più capillare sul territorio, proponendosi come punti di riferimento per le campagne razziste contro gli immigrati, come è recentemente avvenuto a Opera, alle porte Milano.

Il caso di Opera, anche se non ha avuto la stessa risonanza del conflitto nella “chinatown” milanese di via Paolo Sarpi, deve farci riflettere. L’estrema destra, in un fronte con An e Lega Nord, è riuscita a ottenere lo sgombero di un campo nomadi installato dalla Provincia e dal Comune di Opera, entrambi governati dal centrosinistra, dopo uno sgombero compiuto in pieno inverno dalla giunta Moratti. Hanno incendiato in piena impunità le tende installate dalla protezione civile, hanno presidiato per giorni la zona con intimidazioni non solo contro i rom, ma anche i militanti di sinistra di Opera, e alla fine hanno ottenuto quello che volevano.

La divisione del lavoro, sia pure con qualche contraddizione, è evidente: la Moratti convoca le marce “per la sicurezza”, l’estrema destra agisce sul campo, i partiti di destra fanno da raccordo fra “movimento” e “istituzioni”. Mentre la sinistra marcisce in un governo che perde ogni giorno di più il suo sostegno nella società, la destra e l’estrema destra applicano in modo esemplare, rovesciandocela contro, quella che dovrebbe essere la nostra strategia. C’è molto da riflettere…


Il centrosinistra non solo non può arginare questa offensiva (ammesso che lo volesse), ma le spalanca la strada. Né possono batterla quei settori laici come i radicali, che legano indissolubilmente la loro ostilità all’ingerenza clericale a una logica puramente liberale borghese. Non sarà mai possibile respingere questa ingerenza in nome di una “libertà” che mette sullo stesso piano la sacrosanta libertà delle coppie di fatto di essere riconosciute con la “libertà “di un padrone di licenziare o la “libertà” delle privatizzazioni e del saccheggio dei beni pubblici.

[color=red:3eopsy3v]
La sinistra deve rompere con la subordinazione a questo governo che con la sua politica antipopolare, con la sua sudditanza politica e ideologica a quanto di peggio prodotto da una borghesia disposta a seminare i peggiori veleni nella società pur di consolidare il proprio dominio. [/color:3eopsy3v]
[color=red:3eopsy3v]
Questa offensiva reazionaria non è solo un fatto culturale o ideologico, ma si propone di creare il clima ideale nel quale la borghesia possa ridurre al silenzio il movimento operaio e imporre una nuova ondata di attacchi alle nostre condizioni e diritti. [/color:3eopsy3v]

L’unica risposta possibile è quella di rilanciare la lotta per i nostri diritti, costruendo una controffensiva a tutto campo, a partire dalla politica economica e sociale, rilanciando la lotta contro la precarietà, i bassi salari, le pensioni da fame, contro le missioni militari, per i diritti degli immigrati, per i diritti civili. Rifondazione ha già perso un anno a mendicare da Prodi una svolta che non arriva mai. Si rompa questa subordinazione suicida e avvii una svolta radicale, investendo tutte le nostre forze nella costruzione di una nuova stagione di mobilitazioni di massa ricostruendo un rapporto ormai duramente logorato fra il nostro partito e i lavoratori.

 
18 aprile 200

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

<!-- sroll --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_rolleyes.gif" alt="roll" title="Rolling Eyes" /><!-- sroll --> ..il governo prodi vi sta stretto..
caso opera, la lega non ha incendiato le tende dei rom!..anzi ha denunciato questo episodio come grave!..come una roba che non bisogna fare!
coppie di fatto: secondo me la chiesa non ha fatto nessuna ingerenza !..ha solo espresso un parere!..è semmai la politica che è stata ingerente !..è andata a toccare una roba che dovrebbe essere scontata!..assodata !..non tanto e non solo per religione, ma per natura !..una famiglia si compone da un uomo e una donna.
ci sono altri problemi da risolvere!..non ste robe qui !..immigrazione..lavoro..stipendi..pensioni..questi si che sono problemi !

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

ci sono altri problemi da risolvere!..non ste robe qui !..immigrazione..lavoro..stipendi..pensioni..questi si che sono problemi ![/quote:2m18mq3y]


si certo, ma in un clima razzista, xenofobo e misogeno che anche la chiesa alimenta, diventa tutto piu difficile.I lavoratori dovrebbero essere UNITIper avere migliori condizioni nel proprio luogo di lavoro e per UNITI intendo tutte le etnie e sessi!

se no ce lo scordiamo tutti di parlare dei reali problemi!

se no non si spiega il FAMILY DAY!
[/code]

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

Secondo me ci sono alcuni spunti di discussione interessanti che emergono da questo trafiletto di dibattito/propganada, tra i quali:
1: Il concetto strumentale Dio/Patria/Famiglia sul quale sbandierano molto a sinistra (contro) e a destra (pro) è motlo ma molto discutibile nonchè approssimativo. I predappiani levfevriani e i forzanuovisti hanno sempre in bocca un marasma di farneticazioni sul cattolicesimo con relative lodi a seguire e compagnia bella, mentre di contro chi sta dall'altra parte ha sempre il dito puntato su queste cose. Questo per ingenuità, ignoranza o convenienza di entrambi, ma sarebbe davvero ora di finirla con queste cose. Perchè questo non è Fascimo e nulla a che fare coi principi del Fascio. Il Fascismo non aveva nulla a che fare in termini reali con le idiozie cattoliche e il Duce in persona era per di più dichiaratamente ateo. Prima di parlare, che ci si informi per lo meno.
2: Sandra da buona attivista sinistrina è sempre pronta a sbandierare lo spauracchio della diffusione di ideologie di estrema destra tra i giovani. Fattore presumibilmente veritiero, in parte. Invece di puntare il dito a occhi chiusi in maniera strumantale come par quasi d'obbligo fare, vi siete mai posti il problema di analizzare le situazioni e capirne le radici?. Te la do io una tesi al volo. La gente comune (il popolo, in altri termini) si è rotta i coglioni della decadenza, della vergogna, del disfacimento progressivo della società, dell'indecenza, dei valori svenduti, della gentaglia che distrugge il paese, della mancanza di regole, della delinquenza impunita e oltretutto incitata. La politica istituzionale fa orecchio da mercante, perchè non ha ne la volontà, ne l'interesse, ne le capacità, ne le possibilità di dare alla gente le risposte che quest'ultima giustamente pretende, sicchè in molti ovviamente le risposte in questione le vanno a cercare nella cornice della "terza posozione", semplicemente perchè sono li che si trovano molte  delle cose le persone desiderano e reputano giuste.
3: Non sarei per nulla sicuro del fatto che come dici tu, certi sentimenti siano alimentati da quei saltimbanchi clericoidi. Anzi.
Ti ricordo che se l'Occidente attualmente si trova in una situazione si tanto di merda (perdonate il francesismo, ma è arduo trovare un'espressione più adatta) il primo grazie lo deve al cristianesimo e alle fesserie incluse nei suoi principi basilari.
Tu pensi che la chiesa è contro l'immigrazione, ma ti sbagli di grosso. Non è proprio così. La chiesa è contro un determinato tipo di immigrazione, ovvero quella proveniente da aree etnico culturali non facenti parte della geografia cristiana. Detto in parole povere per farti unesempio più lindo, il papa razzo e i suoi tirapiedi sono contrari all'immigrazione dall'Algeria (es) perchè gli algerini sono mussulmani, mica perchè gli stan sui coglioni gli arabi. Tutt'altro, se gli arabi fossero cristiani, loro li vorrebbero portare tutti qui domattina, almeno avrebbero più capitale umano da manipolare.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

Il Fascismo non aveva nulla a che fare in termini reali con le idiozie cattoliche e il Duce in persona era per di più dichiaratamente ateo. Prima di parlare, che ci si informi per lo meno.[/quote:145br02x]

I Patti lateranensi, firmati l'11 febbraio 1929 dal cardinale Pietro Gasparri e Benito Mussolini, stabilirono il mutuo riconoscimento tra il Regno d'Italia e la Città del Vaticano. Presero il nome del palazzo di San Giovanni in Laterano in cui avvenne la firma degli accordi, furono negoziati tra il cardinale segretario di stato Pietro Gasparri per conto della Santa Sede e Benito Mussolini, capo del Fascismo, come primo ministro italiano. Il rapporto tra stato e chiesa era prima disciplinato dalla Legge delle Guarentigie approvata dal Parlamento italiano il 13 maggio 1871 dopo la presa di Roma

I Patti garantirono alla Chiesa il riconoscimento di religione di stato in Italia, con importanti conseguenze sul sistema scolastico pubblico, come l'istituzione dell'insegnamento della religione cattolica tuttora esistente seppure con modalità diverse.


Politicamente , a prescindere dell'ateismo di Mussolini il legame c'è.


Tu pensi che la chiesa è contro l'immigrazione, ma ti sbagli di grosso. Non è proprio così.[/quote:145br02x]

non credo che sia contro l'immigrazione in linea generale. Concordo con quello che dici tu in questo.

però il legame tra la destra e la chiesa è risaputo, e certo fa comodo avere giovani di destra che portano avanti cioò che la chiesa per buonismo non puo fare. Sono un grande aiuto per loro.

Sandra da buona attivista sinistrina è sempre pronta a sbandierare lo spauracchio della diffusione di ideologie di estrema destra tra i giovani. Fattore presumibilmente veritiero, in parte. Invece di puntare il dito a occhi chiusi in maniera strumantale come par quasi d'obbligo fare, vi siete mai posti il problema di analizzare le situazioni e capirne le radici?.[/quote:145br02x]

Eccome se ce lo siamo posti il problema!Come dici anche tu ormai la poiltica istituzionale non da risposte adeguate ai bisogni del popolo. Destra fa schifo e sinistra pure. E quando la sinistra fa schifo in poche parole i giovani si orientano a destra, ma non quella destra istituzionale, ormai vecchia e legata ai poteri di poltrona. Ma ad una destra che va in strada che si lamenta ad alta voce e che agisce anche nel suo piccolo.

purtroppo è così, e la sinistra " quella parte onesta" viene screditata anche dai giovani.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

Quello che dici riguardo i patti lateranensi è si corretto, ma anche approssimativo. E questo è un punto molto importante da chiarire e sdoganare, in particolar modo ai papisti di forza nuova che spesso e volentieri tirano in ballo il Fascismo senza nemmeno sapere di cosa stanno parlando.
I famosi "patti" ebbero luogo per pura necessità politica dettata dal particolare contesto storico-geografico. Il regime, per consolidarsi in maniera definitiva, necesitava del riconoscimento ufficiale della chiesa romana, dato che l'Italia era un paese dove la stragrande maggioranza della popolazione era di fede cattolica praticante e la parola della suddetta chiesa era a dir poco influente.
Questo i gerarchi del fascio lo sapevano bene, e il compromesso fu necessario per sdoganare in maniera definitiva l'apparato ideologico. ll motivo centrale è questo, tant'è vero che tra le altre cose il Duce stesso odiava il papa allora in carica e fu costantemente in contrasto con lui, per non dire poi che il Duce stesso era ateo dichiarato oltre che di formazione socialista; non a caso a questo proposito è saggio ricordare il giovane Mussolini militante, che una volta entrato in chiesa si rivolse ai prelati con un:"se il vostro dio esiste, che mi fulmini in questo momento".
Allo stesso tempo è doveroso sottolineare come anni dopo, anche il Terzo Reich, guidato dalle medesime inyìtenzioni e necessità, stipulò dei propri patti lateranensi con la chiesa cattolica onde ricevere al benedizione di quest'ultima, nonostante il movimento nazionalsocialista fosse ideologicamente, dichiaratamente e concretamente pagano sia culturalmente che spiritualmente parlando.
Detto ciò, ovviamente non metto in dubbio il legame attuale tra alcuni ambienti dell'estrema destra nostrana e il cristianesimo; quello a cui alludevo è che certa gente dovrebbe studiare e riflettere di più sulla verità storico culturale e ideologica, onde rendersi conto di quanto siano fuori luogo certe ignoranti chiesate da osteria.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

ma..sai.. "clima razzista e xenofobo"..quando a delinquere..a creare degrado..insicurezza..sono quasi sempre gli stessi...è difficile che ti diventino simpatici !..con questo non giustifico le esagerazioni..l agire al di fuori della legge..altrimenti diventerebbe il farwest!..ma sarebbe opportuna molta piu rigidità!..piu intransigenza..da parte della politica!

quanto al family day che si è appena svolto..secondo me l opposizione..fa male a dire che non era una manifestazione CONTRO..(i dico ecc)..ma a favore di politiche per la famiglia ecc..
casualmente questo governo vuole legittimare le coppie di fatto...
e il centro destra non era/è contrario,
quindi, non dobbiamo nasconderci dietro un dito!..è stata una manifestazione anche contro i dico!
forse se il governo prodi..non avesse messo in discussione la famiglia tradizionale, o meglio se non avesse pensato ad altri tipi di nuclei famigliari..questa manifestazione non ci sarebbe neanche stata!

la chiesa è contro un certo tipo di immigrazione..quella musulmana (anchio)..non faccio ipotesi sulle motivazioni ecclesiastiche...
ma la mia (lo sapete..) è che l islam è piu difficile da integrare nella nostra società!..troppo esigente!..troppo intransigente! e a volte pericoloso!
e io non lo dico perchè sono cristiano..allora.. "ah..la mia religione è piu bella della tua ecc" ..e tra l altro non so nemmeno bene cosa rispondere al sondaggino..(escluso che sono di un altra religione)..ma in ogni caso, se vengono qui i buddisti o i shitoisti..sono piu contento, anche se non sono ne buddista ne shitoista.
detto questo penso che per l immigrazione occorra stringere molto di piu le maglie..invecie che allargarle..come vuole il ministro ferrero!

non credo che la destra abbia piu presa sui giovani.. <!-- sroll --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_rolleyes.gif" alt="roll" title="Rolling Eyes" /><!-- sroll --> secondo me è il contrario..ai giovani, attrae di piu la sinistra!
ma la destra ha diritto ad andare in piazza a protestare..esattamente come la sinistra!..altrimenti è presunzione, di dire..la verità sta solo dalla mia parte!

secondo me la destra e la sinistra hanno un comune denominatore, quello di essere..stataliste !

cmq..destra o sinistra..secondo me..si è perso il buon senso..la semplicità..l approcio pragmatico alle cose..(forse non riesco a spiegare bene il concetto)..ma avanti di questo passo il mondo va a rotoli !
ecco..tanto per finire con ottimismo! <!-- slol --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_lol.gif" alt="lol" title="Laughing" /><!-- slol -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

I famosi "patti" ebbero luogo per pura necessità politica dettata dal particolare contesto storico-geografico. Il regime, per consolidarsi in maniera definitiva, necesitava del riconoscimento ufficiale della chiesa romana, dato che l'Italia era un paese dove la stragrande maggioranza della popolazione era di fede cattolica praticante e la parola della suddetta chiesa era a dir poco influente.
Questo i gerarchi del fascio lo sapevano bene, e il compromesso fu necessario per sdoganare in maniera definitiva l'apparato ideologico.[/quote:3h3vii5d]

ma non credo sia il motivo principale di Mussolini, sdoganare l'ideologia cattolica.


il Duce stesso era ateo dichiarato oltre che di formazione socialista; non a caso a questo proposito è saggio ricordare il giovane Mussolini militante, che una volta entrato in chiesa si rivolse ai prelati con un:"se il vostro dio esiste, che mi fulmini in questo momento".[/quote:3h3vii5d]

si ma aveva posizioni un po diverse sopratutto sulla guerra,motivo per cui è stato espulso ed ha avuto problemi anche con azione cattolica.Però qundo gli fanno comodo sono uniti piu che mai fregandosene delle loro ideologie buoniste da una parte ed anticlericali dall'altra.


mauri scrive:

quanto al family day che si è appena svolto..secondo me l opposizione..fa male a dire che non era una manifestazione CONTRO..(i dico ecc)..ma a favore di politiche per la famiglia ecc..[/quote:3h3vii5d]

infatti lo era contro i dico, ma sai, se la sinistra fosse un po piu radicale rischierebbe di essere seguita in massa dalla gente, non gli  conviene...


non credo che la destra abbia piu presa sui giovani..  secondo me è il contrario..ai giovani, attrae di piu la sinistra!
ma la destra ha diritto ad andare in piazza a protestare..esattamente come la sinistra!..altrimenti è presunzione, di dire..la verità sta solo dalla mia parte![/quote:3h3vii5d]

ora come ora non so se è proprio c osì,cmq sono i metodi diversi.Per la sinistra scendere in piazza è naturale per la destra è proprio l'ultima cosa e non la vedono neanche positivamente. non parlo per la lega.[/code]

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

ma non credo sia il motivo principale di Mussolini, sdoganare l'ideologia cattolica.[/quote:2vh1qwmw]
Infatti alludevo all'ideologia di partito, non a quella cattolica...rileggi please <!-- s8) --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_cool.gif" alt="8)" title="Cool" /><!-- s8) -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

la mia critica..riguardo al family day..era rivolta alla destra..
che dice appunto che non era una manifestazione contro! ecc...

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

Hey!

Scusate se mi permetto di andare fuori tema... scrivo qua perché comunque ho appena partecipato al sondaggio...

Volevo dirvi, dopo una mia lunghissima assenza dal breraforum, che mi fa molto piacere vedere che è sempre attivo, frequentato da tante persone... non abbandoniamolo mai!!! A volte si ritorna, a volte si sparisce per via di impegni vitali e problemi personali... ma un occhio io ce lo tengo sempre!

Per la serie: OGNI TANTO TORNANO!!!!  <!-- s8) --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_cool.gif" alt="8)" title="Cool" /><!-- s8) -->

Un saluto a tutti voi, tornerò a dibattere non ve ne preoccupate (ma d'altra parte sono convinta che a certe persone la preoccupazione non sfiori neanche la mente eheheh!!!)

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

wei sere ! <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue --> ben tornata !
a me fa piacere..se torni a discutere nel forum...

<!-- s:? --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_confused.gif" alt=":?" title="Confused" /><!-- s:? --> a chi ti riferivi ?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: dio patria e famiglia

Bentornata <!-- stongue --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_razz.gif" alt="tongue" title="Razz" /><!-- stongue -->

Fede-Volk-Famiglia

Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:   Totale Utenti: 8911  Totale Discussioni: 2769  Totale Sondaggi: 0  Totale Messaggi: 16203  In sospeso
Info Utenti:   Ultimo Utente Registrato :  DavidAlope   Utenti Online: 0   Ospiti Online: 66
Online  Non ci sono utenti online
Discussione
Nuovo
Locked
Discussione
Nuovo
Locked
Sticky
Active
New/Active
Sticky
Active
New/Active
New/Closed
New Sticky
Closed/Active
New/Locked
New Sticky
Locked/Active
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky Active Locked
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky/Active/Locked