Guest
Ospite
useravatar
User Info

CORRIERE DELLA SERA 18 novembre 2008

Verso le elezioni per il nuovo direttore Accademia di Brera, un dossier ai giudici L'ispettore del ministero del Tesoro: segnalai le irregolarità alla Corte dei Conti e alla Procura  STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU' LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO

MILANO - Un'ispezione durata più di un mese e un dossier inviato ai giudici della Corte dei Conti per irregolarità contabili e della Procura della Repubblica per alcuni compensi relativi i corsi di formazione finanziati dalla Comunità europea. Carlo Alberto Luccone, funzionario del ministero del Tesoro, ricorda bene i rilievi fatti dopo la sua visita all'Accademia. «Ci fu una mia denuncia per le tante anomalie riscontrate nel bilancio» dice. Il rapporto, di cui non si sapeva nulla, è di quasi quattro anni fa e fotografa una situazione contabile e gestionale poco chiara, quella che si ripropone oggi e sulla quale a Brera si chiede di fare chiarezza. «Non mi risultarono però gli accantonamenti di bilancio», aggiunge l'ispettore. I milioni non spesi — 8 milioni e 600 mila euro, un avanzo di gestione superiore al bilancio dell'Accademia — restano un punto da chiarire, anche se direttore e presidente si dicono tranquilli: sono accantonamenti per le spese di trasferimento dell'Accademia e mancati investimenti sulla didattica. Ma come si sono accumulati quei fondi, in una situazione di degrado cronico, con gli storici gessi lasciati all'incuria e mai catalogati, e con locali fatiscenti e bagni dove manca persino la carta igienica? Da dove sono entrati e perché non sono stati spesi per qualche miglioria? Il residuo attivo superiore al bilancio stesso è dovuto a stanziamenti del ministero o all'aumento delle tasse per gli studenti? E i revisori non dovevano segnalarlo prima? Il disordine dei controlli non agevola la trasparenza: Brera in questi anni ha scontato i conflitti di competenze tra ministeri.

Anche oggi a Roma non c'è un referente ben definito. Ufficialmente dovrebbe essere il sottosegretario unico Giuseppe Pizza, noto per aver rinunciato a una sua lista con il simbolo della Dc, ma quel che di buono sta marciando si deve all'ex sottosegretario Nando Dalla Chiesa, che ha stoppato l'operazione Bovisa e trovato l'accordo per il trasloco dell'Accademia nella caserma di via Mascheroni. Quanto alla proroga o meno dell'attuale direttore De Filippi, oggi si riunisce il consiglio di facoltà: l'orientamento è di accelerare le procedure per la nomina di un nuovo direttore ed evitare il commissariamento.

Giangiacomo Schiavi

Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:   Totale Utenti: 8911  Totale Discussioni: 2769  Totale Sondaggi: 0  Totale Messaggi: 16203  In sospeso
Info Utenti:   Ultimo Utente Registrato :  DavidAlope   Utenti Online: 0   Ospiti Online: 73
Online  Non ci sono utenti online
Discussione
Nuovo
Locked
Discussione
Nuovo
Locked
Sticky
Active
New/Active
Sticky
Active
New/Active
New/Closed
New Sticky
Closed/Active
New/Locked
New Sticky
Locked/Active
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky Active Locked
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky/Active/Locked