Guest
Ospite
useravatar
User Info

Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

[b:byx73f0b]10 FEBBRAIO 005->>LA RESISTENZA NON HA VINTO.
CONTINUIAMO LA LIBERAZIONE.[/b:byx73f0b]

Dopo anni di regime fascista, di oppressione e italianizzazione forzata con deportazioni di massa, massacri, omicidi e soppressione di ogni manifestazione culturale e linguistica della popolazione sloveno-croata, subito dopo l’armistizio italiano, in un momento delicato e caotico, si mescolano con la resistenza antifascista organizzata da nazionalisti e comunisti, sia sloveni che italiani, una serie di vendette personali e un rancore nazionalistico mai sopito verso gli oppressori italiani.
Nelle foibe finiscono i gerarchi fascisti che si erano macchiati di tanti crimini verso il popolo sloveno, ma anche innocenti, vittime di un odio profondo e irrazionale ma che ha radici profonde che non possono assolutamente essere ignorate.

Per anni la propaganda borghese e reazionaria ha strumentalizzato i massacri delle foibe stendendo un velo sulle immense colpe fasciste, aiutata in questi anni dal silenzio di tutto l’arco costituzionale, che non voleva provocare un incidende diplomatico con la Jugoslavia che chiedeva l’estradizione di ufficiali italiani macchiatisi di efferati crimini contro la popolazione sloveno-croata.

Oggi il pesante revisionismo storico dell’attuale governo, che tende a ridare legittimità storica al fascismo, riabilitando i criminali e assassini fascisti, investe anche la questione delle foibe. La RAI trasmetterà il 6 e 7 febbraio una fiction nella quale i partigiani, soprattutto quelli sloveni, saranno dipinti come stupratori e assassini di bambini, riprendendo la versione a senso unico fornita dalla storiografia neofascista, e attraverso quel potente mezzo di comunicazione e indottrinamento di massa che è la televisione verrà propagandata un immagine e un portato di valori della Resistenza diverso da quello che è stato e che ha significato nei paesi occupati dai nazifascisti, lasciando posto alla demonizzazione della Resistenza e all’odio nazionalistico. Un esempio lampante del ruolo della televisione è il tentativo di esemplificare la Resistenza con il caso delle foibe mentre il fascismo con l’eccezione Perlasca, il che lascia spazio alle più assurde conclusioni: in un domani non troppo lontano ci inculcheranno l’idea che tutti i fascisti erano (e sono…!) bravi ragazzi, che è tutta colpa dei partigiani, o come già stanno facendo , che Mussolini era un bravo statista che mandava gli oppositori in vacanza, faceva un sacco di opere buone ed il suo unico errore fu quello di entrare in guerra accanto ad Hitler.

Anche le nostre scuole diventano terreno privilegiato per portare avanti questo revisionismo storico: dal “rinnovamento” dei programmi scolastici all’istituzionalizzazione della giornata della memoria in ricordo delle vittime delle foibe, perché è attraverso le nuove generazioni che vogliono dare questa nuova immagine del fascismo e della resistenza.

Noi li conosciamo bene i fascisti, sono quelli che bruciano gli spazi sociali, aggrediscono compagni, rom e immigrati in nome di una presunta superiorità razziale, sono quelli che ammazzano impuniti da 80 anni a questa parte, sono quelli che bombardano i civili e invadono paesi con la scusa di una presunta lotta agli assassini terroristi, come durante il ventennio perseguitavano gli oppositori comunisti, socialisti e anarchici dipingendoli come assassini e banditi. Li conoscono bene i fascisti, i popoli d’Europa che hanno mantenuto intatta la loro memoria storica e non la hanno vista intaccata dai fascistelli in camicia bianca di turno, come qua da noi.

Noi sentiamo un legame indissolubile con la Resistenza, con l’antifascismo e con tutti quei partigiani che si sono sacrificati per liberarsi e liberarci dalle dittature nazifasciste e senza mettere in dubbio la tragicità di quegli eventi vogliamo che se ne parli con intelligenza, contestualizzandoli in un momento storico ben preciso, che ha visto più di 200,000 morti tra partigiani comunisti, socialisti e anarchici, prima della nascita delle foibe, che se ne parli senza strumentalizzazione politica, e che non si metta in dubbio il valore e il significato della Resistenza dei popoli contro il fascismo.

...li chiamavano baniditi, ci chiamano teppisti.... siamo partigiani, siamo antifascisti

[b:byx73f0b]rete di studenti e collettivi per l’autorganizzazione-aut.stud.[/b:byx73f0b]

GIOVEDI 10 FEBBRAIO 005 CENTRO SOCIALE OCCUPATO AUTOGESTITO GARIBALDI
>>H:15,30 ASSEMBLEA RETE AUTORGANIZZATA+DIBATTITO SUL REVISIONISMO
>>H:21,00 PROIEZIONE DI UN VIDEO SUI CRIMINI DI GUERRA ITALIANI
>>A SEGUIRE SOUND SYSTEM REVIVAL 70/80/90+DISCO80
info: <!-- e --><a href="mailto:autstud@hotmail.com">autstud@hotmail.com</a><!-- e --> fip c.so garibaldi 89/b 1/2/2005

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

Commenti?  <!-- slol --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_lol.gif" alt="lol" title="Laughing" /><!-- slol -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

Commenti?  <!-- slol --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_lol.gif" alt="lol" title="Laughing" /><!-- slol -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

Per anni la propaganda borghese e reazionaria ha strumentalizzato i massacri delle foibe stendendo un velo sulle immense colpe fasciste, aiutata in questi anni dal silenzio di tutto l’arco costituzionale, che non voleva provocare un incidende diplomatico con la Jugoslavia che chiedeva l’estradizione di ufficiali italiani macchiatisi di efferati crimini contro la popolazione sloveno-croata.
[/quote:k6a7dari]
<!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->  <!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->  <!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->
Non per dire,ma prima di azzardare simili commenti, magari bisognerebbe informarsi un attimino sui fatti invece di fare demagogia.
i massacri delle foibe sono stati indubbiamente strumentalizzati, ma molto più probabilmente con lo scopo di coprire la cruda realtà perpetuata dalla resistenza jugoslava che per fare "propaganda borghese".
Te lo dico con fermezza perchè se da un lato sicuramente l'esercito italiano si sarà prodigato in azioni violente verso i territori occupati nella ex-jugoslavia, dall'altro è assolutamente innegabile che negli ultimi giorni del conflitto le forze partigiane di tito assieme ad ufficiali e miliziani italiani caduti prigionieri massacrarono con micidiale efferatezza migliaia di civili , senza sconti per donne, anziani e bambini.si trattò di vere e proprie azioni di pulizia etnica, guidate non solo dalla rivalsa ed alla vendetta ma anche dal desiderio di occupare più territori nostrani possibili ed annetterli alla nazione slava dopo averli "deitalianizzati".
Negare queste cose, che sono dati di fatto  e non certo invenzioni, costituisce la peggior forma di revisionismo , soprattutto perchè perpetuata da chi solitamente sbraita tanto contro una concezione di revisionismo che alla luce di tante( e mi permetto di dire,senza offesa, insensate) e tali affermazioni è più che distorta.
Detto in altre parole, tanto per restare a fatti di casa nostra, mi domando lecitamente con quale coraggio persone che tanto si sbattono per ricordare e demonizzare le stragi naziste o republichine nell'italia del 43-45 abbiano la faccia di far finta di dimenticare per pura comodità le stragi altrettanto efferate perpetuate da altri schieramenti. I caduti delle foibe forse non erano anch'essi cittadini italiani proprio come quelli delle fosse ardeatine o di marzabotto? eranoper caso italiani di serie b?
Mi immagino già qualcuno che se ne esca fuori con la genialata:"vabhe, ma i morti delle foibe erano fasci". risparmiatevi brutte figure, i martiri delle foibe nella stragrande maggioranza erano cittadini italiani indifesi.

ps: tuttavia preciso come certe affermazioni non mi stupiscano affatto, vista la concezione distortadell'insegnamemnto della storia

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

"Vegard":1q7p6e44 ha scritto:

<!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->  <!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->  <!-- s:shock: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_eek.gif" alt=":shock:" title="Shocked" /><!-- s:shock: -->
Non per dire,ma prima di azzardare simili commenti, magari bisognerebbe informarsi un attimino sui fatti invece di fare demagogia.
i massacri delle foibe sono stati indubbiamente strumentalizzati, ma molto più probabilmente con lo scopo di coprire la cruda realtà perpetuata dalla resistenza jugoslava che per fare "propaganda borghese".
Te lo dico con fermezza perchè se da un lato sicuramente l'esercito italiano si sarà prodigato in azioni violente verso i territori occupati nella ex-jugoslavia, dall'altro è assolutamente innegabile che negli ultimi giorni del conflitto le forze partigiane di tito assieme ad ufficiali e miliziani italiani caduti prigionieri massacrarono con micidiale efferatezza migliaia di civili , senza sconti per donne, anziani e bambini.si trattò di vere e proprie azioni di pulizia etnica, guidate non solo dalla rivalsa ed alla vendetta ma anche dal desiderio di occupare più territori nostrani possibili ed annetterli alla nazione slava dopo averli "deitalianizzati".
Negare queste cose, che sono dati di fatto  e non certo invenzioni, costituisce la peggior forma di revisionismo , soprattutto perchè perpetuata da chi solitamente sbraita tanto contro una concezione di revisionismo che alla luce di tante( e mi permetto di dire,senza offesa, insensate) e tali affermazioni è più che distorta.
Detto in altre parole, tanto per restare a fatti di casa nostra, mi domando lecitamente con quale coraggio persone che tanto si sbattono per ricordare e demonizzare le stragi naziste o republichine nell'italia del 43-45 abbiano la faccia di far finta di dimenticare per pura comodità le stragi altrettanto efferate perpetuate da altri schieramenti. I caduti delle foibe forse non erano anch'essi cittadini italiani proprio come quelli delle fosse ardeatine o di marzabotto? eranoper caso italiani di serie b?
Mi immagino già qualcuno che se ne esca fuori con la genialata:"vabhe, ma i morti delle foibe erano fasci". risparmiatevi brutte figure, i martiri delle foibe nella stragrande maggioranza erano cittadini italiani indifesi.[/quote:1q7p6e44]
SIcuramente, tra i morti delle Foibe ci sono stati anche civili, come del resto, in tutte le guerre, accade sempre... e sicuramente, è stata anche quella delle Foibe una strage... ma dobbiamo ricordarci, che gli italiani erano un popolo INVASORE... e non dobbiamo scordarci, che se la Germania ha riconosciuto ufficialmente le sue colpe nei confronti degli sloveni-croati, CIO' NON E' MAI STATO FATTO DA NESSUN GOVERNO ITALIANO. E ricordo:
1) che sono stati fatti dei tagli del 55% dei finanziamenti all'A.N.P.I., e nelle scuole oggi si parla molto di meno di resistenza...
2) che il nostro governo sta decidendo di riconoscere per legge come combattenti i repubblichini di Salò... che onore, vero?  <!-- s:evil: --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_evil.gif" alt=":evil:" title="Evil or Very Mad" /><!-- s:evil: -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

... ma dobbiamo ricordarci, che gli italiani erano un popolo INVASORE... e non dobbiamo scordarci, che se la Germania ha riconosciuto ufficialmente le sue colpe nei confronti degli sloveni-croati, CIO' NON E' MAI STATO FATTO DA NESSUN GOVERNO ITALIANO.[/quote:16bdj4be]
gli italiani un popolo invasore? di certo. ma forse ti sfugge che la faccenda delle foibe è un attimino differente...i fatti delle foibe hanno subito un andamento altalenante, che ha vissuto il suo apice nei giorni del maggio 1945, quando i titini(per chi non lo sapesse, i miliaziani di tito) invasero l'istria. sottolineo invasero, dato che l'istria era una regione dello stato italiano. la invasero per annettere più territori possibili alla nazione slava approfittando del chaos generatosi nei giorni immediatamente seguenti la fine della guerra, e con lo scopo di rendere la cosa dato di fatto di fronte all'ordine che poi si sarebbe lentamente ricostituito, cercarono violentemente di deitalianizzarla. Come? scacciando con la violenza e il terrore civili italiani dalle loro case e dalle loro terre, spingendoli all'esodo. chi cercò di opporsi a tale situazione venne trucidato e gettato nelle foibe. Non si èmai saputo con precisione quanta gente perì in tal modo, ma fu parecchia, migliaia di persone, e un numero ancora maggiore fu costretto ad abbandonare la sua terra.

che il nostro governo sta decidendo di riconoscere per legge come combattenti i repubblichini di Salò... che onore, vero?[/quote:16bdj4be]
bhe, a rigor di logica non c'è assolutamente nulla di anomalo. puoi liberamente e chiaramente essere contraria agli ideali che muovevano i repubblichini; ciò tuttavia non toglie che essi erano ragazzi italiani, morti per difendere la loro patria. non dimenticare che i repubblichini erano l'esercitò della Repubblica Sociale Italiana, ovverosia il ricostituito esercito italiano dopo l'8 settembre 1943, e molti di essi sacrificarono la propria vita combattendo contro gli anglo americani e gli jugoslavi. non voglio questionare sul fatto che l'ideale che li guidasse fosse giusto o sbagliato o chicchessia, sto semplicemente dicendo che erano giovani italiani che si sacrificarono per il tricolore, indi per cui è obbiettivamente giusto che assieme ad altre forze lo stato italiano dia anche a loro riconoscimento e diritto alla commemorazione.
la sostanza è sempre al medesima: o si riconoscono tutti, o non si riconosce nessuno.o si commemorano tutti, o non si commera nessuno. semplice.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

quello che dice Vegard è vero,
ma non dobbiamo scordarci che quella parte di territoro, al confine "strategico tra Austria, Slovenia ed Italia è stata più volte al centro di prese più o meno lecite, le popolazioni di quella zona hanno sempre subito la repressione da parte dei paesi confinanti o nuovi invasori perche visti come minoranza culturale e raziale (se esistono veramente delle razze)

per Vegard, riguardo al riconoscimento dei republichini di Salò, sono d'accordo quando dici che anche loro erano italiani, ma la popolazione del centro-nord sotto la republica sociale italiana penso non fosse contenta, ed attendesse soltanto l'arrivo degli alleati!

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

io invece penso che il riconoscimento ai repubblichini sia una cosa vomitevole. riconoscere cosa? di aver lottato per la vittoria della barbarie nazi-fascista. difensori del tricolore? difensori dei tedeschi invasori. non diciamo vaccate va'.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

riconoscere cosa? di aver lottato per la vittoria della barbarie nazi-fascista. difensori del tricolore? difensori dei tedeschi invasori. non diciamo vaccate va'.
[/quote:1u0n65n1]
alla luce del tuo discorso sarrebbe giusto e doveroso ricordare che gli anglo-americani erano invasori stranieri nel medesimo modo.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

cambia qualcosa?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

cambia qualcosa?[/quote:36yby3d0]
Cambia semplicemente che al di là degli ideali di base i miliziani della repubblica sociale erano un esercito regolare che lottò senza quartiere contro l'invasore straniero. indi essendo in italia, è giusto che l'italia riconosca anche a queste entità il giusto diritto di essere riconosciute e ricordate.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

citazione:
al di là degli ideali di base i miliziani della repubblica sociale erano un esercito regolare che lottò senza quartiere contro l'invasore straniero. indi essendo in italia, è giusto che l'italia riconosca anche a queste entità il giusto diritto di essere riconosciute e ricordate.

no, no, NON sono d'accordo!
vero che gli appartenenti alla republica sociale erano italiani;
ma ti ricordo che mussolini fu liberato dai tedeschi (era stato arrestato) e messo a capo di questo fantomatico stato dove fascisti e nazzisti combattevano INSIEME gli anglo-americani.........in giro per milano, e non solo c'erano le SS, non i militari italiani!

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

"com'è possibile commemorare i repubblichini? anche perchè se avessero vinto ci mandavano ad auschwitz, mica in pensione" questa frase di giorgio bocca dice tutto

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

Come direbbe Hendel...NON HO PAROLE.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

di aver lottato per la vittoria della barbarie nazi-fascista[/quote:2wpttsnt]
questa affermazione ricorda solo una delle tante particolarità di quel periodo storico. ricordare solo le particolarità e non i fatti integrali è il frutto tipico delle riletture storiografiche intrise di ideologia, che spesso rendono ciechi di fronte a fatti che è scomodo rimebrare. oltre alle barbarie( che per altro come nn mi stancherò mai di ricordarvi, in guerra sono state egualmente perpetuate da tutti) è anche giusto ricordare che i repubblichini erano italiani che lottavono per la patria.
Cito a questo titolo un esempio proveniente da un documento filmico andato in onda nel corso di un documentario di rai tre (se nn erro nel ricordare, all'interno del ciclo"la grande storia") dedicato alla guerra in italia tra il 1943 ed il 1945, dove vennero (stranamente) mostrate le immagini di due soldati della decima flottiglia mass, catturati dagli americani durante un azione di guerriglia al di là delle linee. i due miliziani, accusati di spionaggio essendo sorpresi al di là delle linee nemiche, stanno per essere giustiziati tramite fucilazione, in base a quanto previsto dalla legge di guerra per chi viene giudicato una spia/guastatore.
nel filmato si vede benissimo come uno dei due soldati della decima, legato ma non icappucciato, nell'stante immediatamente precedente al momento in cui il plotone americano apra il fuoco, guardi sprezzante i carnefici yankees e a testa alta gli gridi: "viva l'italia!", prima di cadere crivellato di pallottole.
con quali parole descivere azioni simili...valore? onore? ecco perchè anche questi ragazzi devono essere riconosciuti.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

eh beh sì allora che si omaggino gli arditi repubblichini, dopotutto hanno soltanto fatto qualche eccidio e strage in giro per la RSI insieme alle SS...goliardate insomma.
ah dimenticavo: pare, secondo una delle diverse versioni, che poco prima di essere fucilato mussolini abbia gridato "viva la patria". a quando il riconoscimento al valoroso mussolini?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

ribadisco: troppo comodo ricordare gli episodi in virtù del fatto che è troppo scomodo ricordare l'integrità dei fatti.
qui si parlava di riconoscimenti alla milizia in se, non a capi politici di alcun genere, indi ne consegue che il tuo riferimento a mussolini è fuori luogo.riconoscimenti di una nazione verso soldati morti nel bene o nel male per la loro patria.
anche perchè alla luce del tuo discorso,visto che hai citato la figura delle ss, sarebbe un po' come dire: visto che le ss erano dei "criminali satanici" come spesso si sente dire(bello poi il riferimento "satanico",haahaha!), automaticamente tutta la wehermacht tedesca era un'orda di pazzi maniaci, quando in realtà si trattava di milioni e milioni di ragazzi prestanti servizio militare morti per la loro nazione. indi le loro famiglie avrebbero dovuto prenderli a calci in culo invece di ricordarli?
discorso che lascia un po' il tempo che trova quello di demonizzare sempre e solo una parte, in virtù del fatto che poi la tendenza è spesso quella additare gli uni giustificando allo stesso tempo fgli altri, come ad esempio i soldati dell'armata rossa che in quanto a brutalità, barbaria ed efferatezza omicida agli avversi colleghi dell'altra linea non avevan proprio nulla da invidiare.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

...
1) LA GUERRA E' VIOLENZA, VIOLENZA E' BRUTALITA' E NEGAZIONE DELL'UMANITA' STESSA. CREDO DI AVER DETTO TUTTO CON QUESTA AFFERMAZIONE...
2) CREDO SIA PASSATO IL TEMPO DEI NAZIONALISMI........................ MA FORSE... MI SBAGLIO... SIMPATIE PER FINI? CIAU <!-- swink --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_wink.gif" alt="wink" title="Wink" /><!-- swink -->

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

simpatia per fini ?
personalmente lo trovo un personaggio antipatico e falso...
la mussolini...poverina...se la votano in 4 è tanto <!-- s:-) --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_smile.gif" alt=":-)" title="Smile" /><!-- s:-) --> qndi non mi fa paura

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

troppo comodo ricordare gli episodi in virtù del fatto che è troppo scomodo ricordare l'integrità dei fatti.[/quote:3at6n8g1]

mi sa che l'unico che non ricorda l'integrità dei fatti sei tu. qui stanno cercando di equiparare i repubblichini ai partigiani, mettere tutto sullo stesso piano, tutti martiri, tutti eroi. cioè i liberatori sullo stesso piano dei repressori. assurdo.

un po' come dire: falcone e borsellino sono da ricordare tanto quanto i mafiosi uccisi dalla polizia.

riconoscimenti di una nazione verso soldati morti nel bene o nel male per la loro patria.[/quote:3at6n8g1]

ma che logica ha questo?

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

2) CREDO SIA PASSATO IL TEMPO DEI NAZIONALISMI........................ MA FORSE... MI SBAGLIO... SIMPATIE PER FINI? CIAU[/quote:3n2rnbav]
se facevi riferimento a me, sbagli di grosso.nessuna simpatia per fini x quanto mi riguarda,nemmeno alla lontana. non seguo la politica istituzionale, troppo useless.
LA GUERRA E' VIOLENZA, VIOLENZA E' BRUTALITA' E NEGAZIONE DELL'UMANITA' STESSA. CREDO DI AVER DETTO TUTTO CON QUESTA AFFERMAZIONE... [/quote:3n2rnbav]
hai detto tutto, ma probabilmente al contrario.
è bello fantasticare sul mondo ideale,sulla pace, sul buonismo.
tuttavia la storia  e la sociologia umana insegnano proprio il contrario di quello che tu affermi. è proprio lapace ad incarnare il sentimento che più è alieno alla natutra umana.
la natura umana è tutto fuorchè pacifica. l'uomo per istinto animalesco sin dai suoi albori da ominide basa il proprio sentimento su istinti interiori, quali la prevalenza, la competizione, lo scontro per mutare una situazione e trasmutarla in un qualcosa di nuovo. questi istinti prima o poi si concretizzano nella guerra. da che mondo e mondo è così,e sarà sempre così proprio perchè questi elementi sono da sempre basilari nell'animo umano.

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

...oddio...Hobbes diceva: Homo homini lupus... indi per cui, direi, completamente non hai torto... ma ascolta: la storia è sicuramente importante, ma la storia non si ripete... avevo visto un film un pò di anni fa, non mi ricordo manco di cosa parlasse, in cui si sosteneva che il tempo non è nè circolare (come ritenevano gli antichi Greci), nè lineare... il tempo è una spirale, ci sono cose che si ripetono ma sempre con delle varianti... non credi anche tu che sia così? Io lo credo, credo anche che però la storia non ci debba condizionare troppo... agiamo adesso senza farci troppe seghe mentali... dire che è impossibile è troppo comodo...
E poi, ok, homo homini lupus, ma l'homo è homo sapiens e non una scimmia... quindi credo che un pezzetto di materia grigia nel cranio ce l'abbia per arrivare a comprendere che nessuno gli dà il diritto di calpestare il diritto di esistenza di altri esseri umani come lui, no? <!-- swink --><img src="{SMILIES_PATH}/icon_wink.gif" alt="wink" title="Wink" /><!-- swink -->
Il tuo discorso è abbastanza pericoloso... tende a giustificare tutto e tutti... e poi guarda, credo che tu sia anche abbastanza cieco... per quanto mi riguarda, A ME FA QUASI SCHIFO LA POLITICA ISTITUZIONALE, sostanzialmente perché ormai, per l'appunto, la POLITICA è un mestiere, non un interesse di tutti... la gente ha paura della politica, perché quando sente questa parola pensa alle belle facce tirate sedute in parlamento a bisticciare fra di loro e a beccarsi fior fior di quattrini per dar fiato alle trombe e farsi i propri interessi... MI SPIACE, LA POLITICA NON E' QUESTO. CIAO.....                       -Sere-

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

10 febbraio, il ricordo non si assopirà mai.
[img:3epx4cbj]http&#58;//digilander&#46;libero&#46;it/arupino/simbProcchi&#46;gif[/img:3epx4cbj]

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

è giusto che ci si prenda la responsabilità storica delle foibe (cosa che in realtà si è fatta) ed è giusto che si ricordino le vittime innocenti

appoggio in pieno ogni tantativo di fare questo

però non facciamola diventare l'apologia del fascismo, che va piuttosto di moda negli ultimi tempi

i fascisti erano gente che entravano in casa e ti violentavano la moglie, tanto per dare un'idea, non erano esattamente delle vittime

e cerchiamo anche di ricordarci che i partigiani hanno fatto quello cha hanno fatto ma hanno anche liberato l'Italia dai fascisti, cosa grazie alla quale oggi abbiamo uno straccio di democrazia in questo paese di rinunciatari

insomma si cerchi di vedere la cosa in una prospettiva storica e non di buoni e cattivi

Administrator has disabled public posting
Guest
Ospite
useravatar
User Info

Re: Foibe: il revisionismo dell'attuale governo...

"Shelly":102d72rk ha scritto:



insomma si cerchi di vedere la cosa in una prospettiva storica e non di buoni e cattivi[/quote:102d72rk]
Guarda, a mio avviso è proprio questo il punto importante di una questione come questa. Prendere coscienza di un fatto storico reale come quello delle foibe, così come di decine se non più correttamente, centinaia, di casi analoghi risalenti a tal periodo, è un punto fondamentale per sfatare i falsi miti che puntualmente come di logica attesa nascono alla fine di ogni conflitto nello schema vettoriale di vincitori vs vinti, ovvero di chi può dire e spesso inventare ciò che più gli conviene a differenza di chi dall'altra parte non è più legittimano a dire nulla. prendere coscienza di ciò in modo approfondito è un percorso estremamente importante ancora oggi, dato che nello specifico le immediate conseguenza del secondo conflitto mondiale hanno influenzato politicamente, moralmente, culturalmente, concretamente, socialmente la vita d'Europa e forse del mondo in tutta al seconda metà del novecento e ancora oggi.
Le foibe, nonostante chi ancora oggi voglia sviare la questione dal nodo  focale del discorso, sono testimonianza di un massacro condotto dagli slavi di un determinato schieramento politico ai danni della gente italiana, senza distinzione di età, sesso, credo religioso o politico. Prenderne coscienza in modo chiaro e netto di questo fatto, che ha dalla sua parte moltissimi esempi analoghi, è fondamentale per sfatare i falsi miti inculcati nella coscienza collettiva del dopoguerra, ovvero questa logica degli universalmente buoni contro gli universalmente malvagi. la brutalità e la repressione, la violenza "gratuita" ai danni di prigionieri e civili, sono stati pane quotidiano non solo dei fascismi ma i egual modo degli angloamericani, nonostante essi con arroganza si siano sempre proposti quali alfieri del buonismo e della "democrazia". La tanto spauracchiata "barbaria" nazista, sicuramente ha un fondamento, ma è innegabile che allo stesso modo l'armata rossa si è comportata in egual modo, se non con metodi estremamente più feroci e brutali, in modo indisciminato verso prigionieri, civili, dissidenti, nonostante la storia abbia giocato con intelligenza ad insabbiare il tutto.
prendere coscienza di ciò in modo chiaro e limpido è la base per demolire la logica del bene contro il male che ha animato la storia recente in modo così pacchiano e fondamentalmente, falsificatore

Administrator has disabled public posting

Info Forum

Statistiche Forum:   Totale Utenti: 8911  Totale Discussioni: 2769  Totale Sondaggi: 0  Totale Messaggi: 16203  In sospeso
Info Utenti:   Ultimo Utente Registrato :  DavidAlope   Utenti Online: 0   Ospiti Online: 59
Online  Non ci sono utenti online
Discussione
Nuovo
Locked
Discussione
Nuovo
Locked
Sticky
Active
New/Active
Sticky
Active
New/Active
New/Closed
New Sticky
Closed/Active
New/Locked
New Sticky
Locked/Active
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky Active Locked
Active/Sticky
Sticky/Locked
Sticky/Active/Locked